fbpx

Le Nuove Norme 10411 – 1 e 2: 2021

 In Certificazione Impianti Ascensori, News

Data entrata in vigore: 30 settembre 2021

Agli ordini confermati dal 30 settembre 2021 in poi si dovranno, quindi, applicare le nuove norme mentre agli ordini confermati prima di questa data si potrà applicare la versione 2014 della norma fino al 30 settembre 2022.

Ascensori elettrici

Norma UNI 10411-1:2021 Ascensori elettrici non conformi alla Direttiva Ascensori

Data entrata in vigore: 30 settembre 2021

La norma specifica i requisiti per la modifica o la sostituzione di parti di ascensori elettrici a frizione non conformi alla Direttiva 95/16/CE ed alla Direttiva 2014/33/UE, in conformità alla legislazione vigente, tratta le modifiche che più frequentemente sono effettuate sugli ascensori e non tratta quelle che comportano una variazione delle misure di protezione contro l’incendio.

Nel punto 11 (Sostituzione del quadro di manovra) con la sostituzione del quadro di manovra:

  • deve essere applicato il dispositivo bidirezionale di comunicazione (il Telesoccorso) se l’ascensore in oggetto non ne è ancora dotato;
  • deve essere garantita la precisione di fermata al piano (+/- 1 cm);
  • devono essere installati in due esemplari distinti tutti gli elementi meccanici del freno che contribuiscono ad esercitare l’azione frenante sul tamburo e qualora entrambi gli elementi meccanici del freno non dovessero aprirsi, un dispositivo deve interrompere l’alimentazione del macchinario. Questo è richiesto solo se in assenza di un dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte;
  • deve essere installato il contatto di sicurezza sul Limitatore di velocità se non presente;
  • deve essere limitata a 0.63 m/sec. la velocità max. con la pulsantiera di manutenzione;
  • deve essere prevista la luce di emergenza in cabina e sul tetto di cabina;
  • devono essere resi conformi alla norma i dispositivi di blocco sia nel caso di porte di piano a battente sia nel caso di porte di piano scorrevoli manuali o automatiche;
  • nel caso di ascensore con porte di cabina manuali (portine), non deve essere possibile l’apertura anticipata delle porte di cabina manuali prima dell’arrivo al piano;
  • il pulsante di Alt in cabina deve essere rimosso e in caso di porta di cabina motorizzata deve essere installato il pulsante di apertura porta.

Nel punto 12 (Sostituzione di uno o più dispositivi di blocco delle porte di piano) nel caso di porte automatiche in occasione dell’installazione di nuovi meccanismi è richiesta anche l’installazione di un dispositivo di protezione (rete di fotocellule ovvero fotocellula a barriera) che comanda la riapertura nel caso che una persona attraversi l’accesso durante il movimento di chiusura.

Nel punto 14 Sostituzione della macchina (cioè l’argano) la sostituzione della macchina richiede:

  • l’installazione di un dispositivo temporizzatore di corsa max.;
  • l’installazione di un dispositivo elettrico di sicurezza che controlla l’eccesso di velocità in salita;
  • l’installazione di un dispositivo di arresto in prossimità (max. 1 m);
  • l’installazione di un dispositivo che interrompa l’alimentazione del macchinario qualora entrambi gli elementi meccanici del freno non dovessero aprirsi.

Questo è richiesto solo se in assenza di un dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte e in presenza di un dispositivo di rallentamento controllato.

Nel punto 17 (Sostituzione delle funi) in occasione della loro sostituzione deve sempre essere allegato il certificato delle nuove funi installate.

Nel punto 21 (Modifica sostanziale dell’impianto) si è chiarito che si rientra nel suddetto punto quando:

  • avviene la sostituzione contemporanea dei seguenti componenti:
    • – quadro di manovra;
    • – macchina (argano);
    • – una o più porte di piano;
    • – cabina con relativa intelaiatura;
  • vi è il mantenimento del locale del macchinario.

Ascensori idraulici

Norma UNI 10411-2:2021 Ascensori idraulici non conformi alla Direttiva Ascensori

Data entrata in vigore: 30 settembre 2021

La norma specifica i requisiti per la modifica o la sostituzione di parti di ascensori idraulici non conformi alla Direttiva 95/16/CE ed alla Direttiva 2014/33/UE, in conformità alla legislazione vigente, tratta le modifiche che più frequentemente sono effettuate sugli ascensori e non tratta quelle che comportano una variazione delle misure di protezione contro l’incendio.

Nel punto 14 (Sostituzione delle apparecchiature idrauliche):

  • la diversa taratura della valvola di sovra-pressione (140% della pressione statica massima);
  • l’installazione di una saracinesca nel caso di sostituzione e/o modifica della tubazione idraulica;
  • l’attenzione alla problematica dello sversamento dell’olio in occasione della sostituzione della centralina idraulica;
  • l’attenzione alle precauzioni contro la caduta libera, la velocità eccessiva e l’abbassamento lento della cabina da ottemperare in conformità al prospetto 12 della UNI EN 81-20:2014 (applicazione della valvola del movimento incontrollato).

L’UNI ha da tempo avviato un importante lavoro di normazione nel settore delle modifiche che si apportano agli ascensori in servizio. Poiché ogni qual volta si modifica un ascensore “esistente” occorre elevarne, ove possibile, il livello di sicurezza fino a quello rappresentato dalle norme armonizzate europee, se cambiano le norme armonizzate europee occorre aggiornare anche le norme nazionali della serie UNI 10411. Per questo le norme di questa serie vengono continuamente aggiornate.
Le ultime versioni delle parti 1 e 2, che si applicano agli ascensori installati prima dell’entrata in vigore in Italia della direttiva ascensori 95/16/ CE, sono state pubblicate nel 2014. Nel marzo 2016 sono state pubblicate le parti 3 e 4, che si occupano delle modifiche agli ascensori elettrici (parte 3) ed idraulici (parte 4) marcati CE e che originariamente erano stati certificati secondo le norme armonizzate. Completano il quadro delle norme relative alle modifiche apportate agli ascensori esistenti le parti 5 e 6 relative alle modifiche agli ascensori marcati CE e che originariamente erano stati certificati non in conformità alle norme armonizzate.
Il processo di revisione delle 6 norme citate della serie UNI 10411, per adeguarle alle norme UNI EN 81-20 e UNI EN 81-50, è stato avviato ma per poter meglio approcciare alle nuove versioni, quando saranno pubblicate, si deve partire dalla conoscenza più approfondita possibile delle versioni attualmente in vigore.
Oggi abbiamo a disposizione anche una nuova norma relativa alle modifiche più frequenti apportate alle scale e ai tappeti mobili, la UNI 10411-15.

Richiedi Preventivo

    Cliente ELTI? SiNo
    Cliente ELTI? SiNo
    Cliente ELTI? SiNo
    Allega un File
    Vuoi iscriverti alla Newsletter? SiNo